Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione A > Beato Antonio Bonfadini Condividi su Facebook Twitter

Beato Antonio Bonfadini Sacerdote dei Frati Minori

1 dicembre

Ferrara, 1400 - Cotignola, Ravenna, 1482

Nato a Ferrara dalla nobile famiglia dei Bonfadini nei primi anni del secolo XV, laureatosi nella locale università nel 1439, entrò tra i francescani nel convento di SantoSpirito di Ferrara e vi si distinse per la fedeltà alla regola, lo spirito di preghiera e la proficua predicazione. Al ritorno da un viaggio in Terra Santa, giunto a Cotignola (Ravenna), si ammalò e morì il 1° dicembre 1482 nell’ospizio dei pellegrini. Sepolto nella chiesa parrocchiale di Santo Stefano, riscosse subito venerazione, sicché i francescani stabilirono di fondare in Cotignola un convento con una chiesa in cui trasferirono il suo corpo nel 1490. Il suo culto si mantenne vivo nonostante la chiusura della chiesa nel periodo della rivoluzione francese e, nel 1894, si istituì il processo canonico che portò al decreto di Leone XIII del 13 maggio1901, che confermava il culto.

Martirologio Romano: Nella cittadina di Cotignola in Emilia, beato Antonio Bonfadini, sacerdote dell’Ordine dei Minori, che percorse a lungo molte regioni d’Italia e luoghi della Terra Santa attendendo alla predicazione della parola di Dio.


Nacque a Ferrara agli inizi del secolo XV, ed ivi compì la sua formazione universitaria (Borsetti, pp. 326-327). Nel 1439 entrò nell'Ordine francescano (forse in seguito alla predicazione di S. Bernardino), prendendo l'abito della penitenza nel nuovo convento dell'Osservanza di S. Spirito (non di S. Francesco, come scrivono il Guarini,Compendio historico di Ferrara, Ferrara 1621, p. 234, e lo Zanotti, p. 218: vedi Cittadella, pp. 3 s.). Il 27 maggio 1458 riceveva a Bologna l'ordinazione sacerdotale dalle mani di Giacomo Feo vescovo di Ventimiglia (C. Piana, 1964, p. 45). Recatosi in Terra Santa, al ritorno si ammalò e morì nell'ospizio dei pellegrini di Cotignola (presso Faenza), il 1º dicembre 1482, come testimonia la lapide della chiesa parrocchiale di S. Stefano, denotante il luogo in cui fu sepolto (G. E. Alboni, Mem. della plebale di Cotignola, Lugo 1822, p. 6). Nel 1490 il suo corpo fu trasferito nella chiesa di S. Francesco, riedificata dal notaio Giovanni Marozzi sotto il pontificato di Sisto IV (1471-84) e consacrata il 14 aprile 1495. Il culto si conservò nei secoli finché un recente decreto pontificio lo riconobbe ufficialmente in data 13 maggio 1901 (Acta Ordinis Fratrum Minorum, XX [1901], pp. 105 s.).
Una congettura dello Sbaraglia ha dato al Bonfadini la fama di letterato e predicatore. In un manoscritto dell'inizio del sec. XV (cartaceo, in folio, mutilo in principio e in fine) della biblioteca di Ferrara, descritto da G. Antonelli (Indice dei manoscritti della civica biblioteca di Ferrara, I, Ferrara 1884, p. 110), sono contenuti cinquantadue sermoni inediti e due vite, di s. Guglielma regina d'Ungheria e di s. Eufrasia vergine romana, che sono state edite da G. Ferraro (Scelta di curiosità letterarie, CLIX, Bologna 1878). Dai dati interni risulta che l'autore dei sermoni si chiama Antonio, è francescano, ferrarese, e che le prediche furono tenute in Ferrara nel 1425 prima di un viaggio: per cui lo Sbaraglia, con ipotesi del tutto priva di fondamento identificava senz'altro l'autore con il Bonfadini, rettificandone - per sanare il contrasto cronologico - la data di morte, "numeris inversis", in 1428. La paternità delle opere contenute nel codice, che proviene dal convento di S. Francesco di Ferrara, sarà invece da attribuire ad un frate Antonio conventuale vissuto agli inizi del sec. XV.


Autore:
Dante Balboni


Fonte:
www.treccani.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2019-10-16

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità