Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione R > San Raymond Gayrard Condividi su Facebook Twitter

San Raymond Gayrard Canonico di Tolosa

3 luglio

† Tolosa, 3 luglio 1118

Nel giorno della festa dell'apostolo Tommaso la Chiesa ricorda oggi anche il «dies natalis» del francese Raymond Gayrard, vissuto tra XI e XII secolo. Nato a Tolosa, si sposò e rimase vedovo. Divenne allora canonico della basilica di Saint Sernin (Saturnino), dedicata al primo vescovo della diocesi e martire. Per le sue competenze in architettura Raymond assunse la direzione dei lavori di ricostruzione dell'antico complesso, partiti all'inizio dell'XI secolo sotto il vescovo Ruggero. Vi si spese fino alla morte, avvenuta nel 1118. (Avvenire)

Martirologio Romano: A Tolosa sulla Garonna in Francia, san Raimondo Gayrard, che, maestro di scuola, rimasto vedovo, si diede con passione alle opere di carità, fondò un ospizio e fu, infine, ammesso tra i canonici della basilica di San Saturnino.


Dal Medioevo francese, giunge fino a noi una nobile figura di laico “prestato” alla Chiesa del suo tempo. Raymond Gayrard nacque a Tolosa in Francia verso la metà del secolo XI, e le notizie su di lui che ci sono pervenute, sono narrate in una ‘Vita’ scritta nel XIII secolo, sulla base di documenti più antichi; quindi relativamente vicina agli anni della sua esistenza.
Seguendo una consuetudine dell’epoca, Raymond fu messo al servizio della chiesa di St-Sernin (s. Saturnino) dedicata al primo vescovo di Tolosa (29 novembre), divenendone un cantore pure rimanendo laico.
Si sposò, ma la moglie morì poco dopo le nozze; Raymond addoloratissimo, rinunziò a risposarsi e decise di dedicarsi al servizio del prossimo.
Distribuì generose elemosine ai poveri della città e fondò un asilo per dodici bisognosi; vero soccorritore dei suoi concittadini, fece costruire due ponti sull’Hers, le cui frequenti piene erano di ostacolo al passaggio di uomini e merci.
Ma l’opera più importante, resta la sua partecipazione nella ricostruzione della chiesa di St-Sernin; l’antico complesso era stato iniziato a ricostruire sin dall’inizio dell’XI secolo, sotto il vescovo Ruggero.
Il coro era stato consacrato da papa Urbano II il 24 maggio 1096, ma bisognava ancora costruire il transetto, una gran parte della navata centrale e le navate laterali.
Per le sue competenze in architettura, Raymond Gayrard assunse la direzione del cantiere, dando grande impulso ai lavori; la lunga costruzione, alla quale consacrava ogni sua attività, ebbe grande ripercussione sulla vita spirituale di Raymond, il quale per legarsi ancor di più a questo tempio, chiese di essere accolto tra i canonici di St-Sermin, i quali in seguito lo elessero come prevosto del capitolo.
Purtroppo non poté vedere completata la lunga e laboriosa opera, infatti Raymond Gayrard morì il 3 luglio 1118 e fu sepolto nell’Asilo che aveva fondato.
Sulla sua tomba avvennero ben presto numerosi miracoli, per cui divenne oggetto di un culto locale; in occasione di un’epidemia che aveva fatto affluire alla sua tomba un gran numero di malati, nel 1652 papa Innocenzo III ne confermò ufficialmente il culto.
Il Martirologio Romano porta la sua festa liturgica il 3 luglio; i Canonici Regolari Lateranensi lo ricordano nell’Ordine l’8 luglio.


Autore:
Antonio Borrelli

______________________________
Aggiunto/modificato il 2006-02-18

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità