Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione A > Beato Alfonso Tracki Condividi su Facebook Twitter

Beato Alfonso Tracki Sacerdote e martire

18 luglio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Bliszczyce, Polonia, 2 dicembre 1896 Scutari, Albania, 18 luglio 1946

Alfons Tracki, nativo della Slesia (all’epoca in territorio tedesco), scelse la via della consacrazione religiosa benché il padre desiderasse che lui intraprendesse la carriera militare. Entrato tra i Fratelli Maristi delle Scuole, ebbe l’opportunità di viaggiare e conoscere la situazione dell’Albania: fu per questo che, ordinato sacerdote nel 1925 a Scutari, chiese di essere incardinato in quella diocesi. La sua attività evangelizzatrice fu rivolta in particolare a bambini, ragazzi e giovani. Arrestato mentre andava a portare l’Estrema Unzione a un suo giovane parrocchiano, ferito a morte durante un’azione contro i partigiani comunisti, venne fucilato a Scutari il 18 luglio 1946. Compreso nell’elenco dei 38 martiri albanesi capeggiati da monsignor Vinçenc Prennushi, è stato beatificato a Scutari il 5 novembre 2016.



Alfons Tracki (il cognome si trova scritto anche Tracky) nacque il 2 dicembre 1896 a Bliszczyce in Slesia, nell’attuale diocesi di Opole: oggi è in Polonia, ma all’epoca era in territorio tedesco. Suo padre Josef era un ufficiale dell’esercito, mentre la madre, Martha, si occupava della casa e dei figli.
Contrariamente alle aspettative del padre, che sognava per lui la carriera militare, Alfons scelse la via della consacrazione: nel 1912 iniziò il noviziato presso i Fratelli Maristi delle Scuole a Vienna. Durante gli anni della formazione poté visitare i Balcani, specialmente il Montenegro e l’Albania.
Nel 1920 concluse gli studi teologici in Bosnia e, dopo l’ordinazione sacerdotale, avvenuta nel 1925 a Scutari, si mise pienamente a disposizione di quella diocesi albanese: lo aiutava in questo la sua approfondita conoscenza delle lingue e dei costumi locali, che sbalordiva i suoi stessi interlocutori.
Il suo apostolato nel nord dell’Albania si concentrò soprattutto sui bambini e i ragazzi: organizzò scuole e un’associazione, la «Viribus Unitis», per attività culturali e sportive. Durante questo periodo conobbe Ahmet Zogu, che in seguito si autoproclamò re col nome di Zog I, con cui parlava spesso della situazione politica dell’epoca in Germania.
Grazie alla sua conoscenza del tedesco, don Alfons poté agire come intermediario tra alcuni albanesi, accusati di attività contro le forze di occupazione naziste, e gli ufficiali della Wermacht. Molti dei prigionieri erano da lui conosciuti personalmente, proprio per la sua attività a favore dei giovani.
Lavorò anche nella regione di Velipojë, in particolare nelle zone infestate dalla malaria. Durante la guerra si dedicò al servizio delle vittime: proseguì questo servizio anche quando, dopo la presa di potere dei comunisti, rifiutò di lasciare l’Albania.
Il 25 giugno 1946 don Alfons andò a portare l’Estrema Unzione a Ndoc Jakovie, rimasto ferito a morte nella lotta contro i partigiani comunisti; era uno dei suoi giovani parrocchiani di Mal i Jushit. Sorpreso da un distaccamento comunista, venne arrestato.
Un tribunale militare lo condannò a morte per attività anti-comuniste e per collaborazionismo con i tedeschi. Venne quindi fucilato il 18 luglio 1946, verso le 5 del mattino, presso il muro del cimitero di Scutari. Il suo corpo venne gettato in un pozzo, che venne subito murato.
Compreso nell’elenco dei 38 martiri albanesi capeggiati da monsignor Vinçenc Prennushi, don Alfons Tracki è stato beatificato a Scutari il 5 novembre 2016. Dello stesso gruppo fanno parte altri venti sacerdoti diocesani, tra i quali un altro tedesco diventato albanese d’adozione, don Josef Marxen.


Autore:
Emilia Flocchini

_____________________
Aggiunto il 2016-11-05

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati